|Tangram Festival da tutto esaurito

Tangram Festival da tutto esaurito

2018-08-19T03:46:31+00:0019 agosto 2018|

Si è conclusa ieri sera l’ottava edizione del Tangram Festival, edizione da record per il TIEF che da otto anni organizza l’evento.

Sei sono stato le serate che dal 26 di Luglio hanno animato il centro storico di Fermo, iniziate con Tangram inChiostro al Chiostro dei Carmelitani e che si sono concluse ieri sera con l’ultima serata al Cortile don Ricci. Molta l’affluenza fin dall’apertura delle porte per la cena, ma il picco è stato raggiunto per il live di CIMINI, giovane cantautore calabrese trapiantato a Bologna. Il tour che lo ha portato a Fermo è partito il 09 Marzo in concomitanza all’uscita dell’album “Ancora Meglio”. Con l’uscita dell’album Cimini viene consacrato tra le nuove realtà musicali più in vista del 2018 e dopo solo 2 mesi dalla pubblicazione raggiunge i due milioni di ascolti su Spotify. La sua musica ha fatto letteralmente saltare il Cortile don Ricci fino alla chiusura del concerto, quando il pubblico è stato invitato a salire sul palco a cantare con l’artista.

Tangram Festival Cimini

Il concerto è stato però aperto dai Kronos, promettente band fermana finalista al contest Il Mangiadischi. A loro è seguita la cantautrice sambenedettese CRLN, che nel giorno del suo compleanno ha portato a Fermo il suo album “Precipitazioni”. CRLN arriva a Fermo dopo aver calcato alcuni dei più grandi festival italiani.

Cresce ancora il Tangram Festival, divenendo una sempre più solida realtà nel panorama degli eventi estivi dell’estate fermana. Elisa Ricci, presidente del TIEF non può che esprimere la sua soddisfazione per l’ottima riuscita della manifestazioni: “Il Tangram Festival è un lavoro organizzativo che dura mesi e che inizia a gennaio. Noi organizzatori siamo giovani ragazzi che scegliamo di impegnare le nostre forze in un progetto in cui crediamo molto, perché crediamo molto nel nostro obiettivo: quello di raccogliere fondi da donare al CVM per la realizzazione di pozzi di acqua potabile nel corno d’Africa. Quindi non può che riempirci di orgoglio che i fermani scelgano il Tangram per passare la loro serata”.