|Tangram Festival 2017 – I luoghi e la musica

Tangram Festival 2017 – I luoghi e la musica

2018-03-18T22:40:20+00:0031 Luglio 2017|

Dopo aver annunciato “il triplete” (o forse meglio dire il threesome) del #tangram2017 è il momento di svelare la line-up completa degli artisti che si esibiranno alla settima edizione del festival organizzato dalla ONLUS giovanile T.i.e.f. – Terra Impegno e Futuro.

Come sempre a ingresso libero, sono tre le location della Città di Fermo coinvolte dal #tangram2017:

1. il Chiostro dei Carmelitani, che ospita l’esposizione fotografica del progetto ‘Bolivianas’ di Pietro Paolini (da mercoledì 16 agosto) e la serata elettronica del 17 agosto che vede in consolle a partire dalle 19.00 Marco Cruciani con un progetto audiovisual del tutto particolare, l’etichetta bolognese Dancing Like Quagmire e il producer salentino Jolly Mare.

2. il cortile Don Ricci, dal 2012 casa del Tangram, dove si svolgono le due serate di musica live di questa edizione. Dentro il cortile – uno dei luoghi più suggestivi di Fermo, appena sotto il Duomo e abbracciato dalle mura dell’antico Teatro Romano – ci sono gli stand per mangiare e bere, i banchetti e area market, pesca e ovviamente il palco del #tangram2017, dove saliranno: venerdì 18 agosto il collettivo rap/hip-hop marchigiano Velocy Raptus Crew, il rapper Dutch Nazari e il cantautore Giorgio Poi; sabato 19 apre la serata il talento fermano Enrico Marcucci aka La stanza di vetro in una nuova veste live, una delle rivelazioni dell’anno ovvero al band romana Mòn e il gruppo milanese Canova, forti dell’incredibile successo del loro disco d’esordio “Avete ragione tutti” uscito per Maciste Dischi a ottobre 2016.

3. il quartiere di Lido Tre Archi: tema e filo conduttore di questa settima edizione del Tangram Festival sono le periferie, viste da una prospettiva sia globale (l’esposizione ‘Bolivianas’ di Pietro Paolini) che locale, come il caso della tavola rotonda prevista per il pomeriggio di domenica 20 agosto. Relatori sono: Wolf Bukowski (già ospite del Tief nel dicembre 2015), gli architetti Agnese Casadio e Andrea Cucinotta del Laboratorio STAVECO e lo street artist Giulio Vesprini.

Il ricavato – proveniente da stand per la cena, bevande, offerte, banchetti, pesca – del Tangram Festival viene devoluto per finanziare i progetti di approvvigionamento idrico in Etiopia a cura del CVM – Comunità Volontari per il Mondo.

La settima edizione del Tangram Festival è resa possibile e migliore grazie a:
MAECI; Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo; Coop Alleanza 3.0; Varnelli; Serroni – Laboratorio Analisi Cliniche; Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo; 180° gradi; Gran Forno Altidona; Salumificio Mezzaluna, Valtenna, Pastificio Mancini, Azienda Agricola Fontegranne; con il patrocinio del Comune di Fermo.

Media partner: Staradio, Sei tutto l’indie di cui ho bisogno